martedì 30 giugno 2015

[aspettative]


dar(e)si tempo

... chi conosce lo spasmo, inciampo, fluire [palpitazione] dei secondi, il sapore ruvido, spoglio [disabitato] dell'attesa, non d~elude, indugia, confida, custodisce

[Resta]


photo by ~ Ferdinando Scianna ~


Nella scatola dei ditali
ci stanno le routine dei bottoni
che si attaccano ai cappotti,
ci sta il filo bianco
che si impiglia nelle mani
di mia madre che hanno pazienza.

Nella scatola dei ditali
ci sono agli aghi del tempo
che forano tutte le sere.

~ Nino Pedretti ~

9 commenti:

  1. A volte non so darmi tempo, una eredità paterna, temo è patologico perfino ahimè.
    Per quanto riguarda la scatola dei bottoni conservo quella splendida di Nonna Erminia, quelli più piccoli sono divisi per colore e dimensione e stanno in piccole scatole di latta delle pastiglie al ribes nero che nonna succhiava quando aveva la tosse, in realtà non ricordo la nonna con la tosse, ma bastava un sentore di tosse per avere la scusa di succhiare le pastiglie al ribes nero; quelli più grandi sono legati uno in fila all'altro in una lunghissima processione con un robusto filo bianco e sono bellissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. manca una virgola dopo temo!

      Elimina
    2. Amanda :)

      credo che riuscire a darsi tempo un po' è innato... spontaneo, un po' dobbiamo forse sforzarci di farlo, ultimamente, varie circostanze, riflessioni, mi portano sempre più a farlo, concedermelo e concederlo, perché a volte la vita ci parla... suggerisce, fa riflettere su quanto sia importante la vita... il tempo , siano importanti e su come non sempre ci venga concessa un'ulteriore possibilità una colta che l'abbiamo ignorata o lasciata andare.

      Bellissima la [storia] scatola dei bottoni di Nonna Ermina, è una bellissima immagine quella di tua nonna che succhia le pastiglie forse più per gola che per la tosse ^ _ ^ grazie per questa bella testimonianza di vita vissuta... e sai, i bottoni hanno sempre avuto un grande ascendente... fascino su di me anche io ne conservo alcuni, altre volte se capita... ne compro di vecchi/antichi sui banchetti per poi farci collane, lavori bricolage e così via... o anche semplicemente per poterli custodire ammirare :) così come amo le scatole, ne ho di tutti i tipo della cioccolata, caramelle, biscotti, di latta cartone le custodisco perché a loro volta custodiscano :)

      un sorriso :)

      Elimina
  2. credo che il tempo sia un dono... e donarsi e donare del tempo è una cosa che rende migliori

    un sorriso,
    Marinz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì Druid :)
      è proprio così, il tempo vola... e proprio per questo è un dono tra i più preziosi da donare/ricevere, anche se a volte ci lascia un po' in attesa... o comporta delle disattese... in fondo:

      Aspettare è ancora un'occupazione. È non aspettar niente che è terribile.
      (Cesare Pavese)

      Elimina
  3. Da bambino collezionavo piccole scatole vuote, di forma e colori differenti... e dicevo che da grande le avrei riempite, ho aspettato di diventare grande ma non l'ho mai fatto giacché non ho ben capito di cosa avrei dovuto riempirle! (la foto di Scianna è, come tutte le foto di Scianna, così ho detto tutto) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^ _ ^ ... prima o poi troverai qualcosa di adatto da custodire per le tue scatole, che poi chi l'ha detto che debbano necessariamente... formalmente essere piene, lo possono anche essere virtualmente... teoricamente, io alcune le custodisco proprio così... vuote, semplicemente perché mi piacciono o ricordano un momento particolare. Riguardo a Scianna, ssshhh :) che le parole, sì, sono superflue ^ _ ^

      Elimina
  4. Forse dipende pure da che si aspetta e per quanto tempo... e se alla fine l'attesa vale.
    Però... intanto sperare.
    Salutone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con il tempo, ho imparato che vale sempre la pena aspettare, anche laddove l'attesa possa forse non valere, lo preferisco al chiedermi... e se... poi... e così via
      ciao :)

      Elimina